PARMAforEXPO: la nostra città accoglie il Presidente della Repubblica del Ghana

PARMAforEXPO_Ghana-Presidente1

Il Paese africano è un importante partner commerciale dell’Italia, con 696 milioni di euro di interscambio complessivo nel 2014. La visita della delegazione istituzionale ghanese si è focalizzata sul sistema agroalimentare parmense, con un’attenzione particolare alla lavorazione del pomodoro da industria. Un distretto che fa di Parma la realtà leader nel nostro Paese.

 

Parma, 18 luglio 2015 – Il Tavolo PARMAforEXPO accoglie oggi nella nostra città una delegazione istituzionale dal Ghana, in visita in Italia in occasione di EXPO. A guidarla è il Presidente della Repubblica John Dramani Mahama: ad accompagnarlo sono Ekwow Spio-Garbrah, Ministro del Commercio e dell’Industria, Fiifi Kwetey , Ministro del Cibo e dell’Agricoltura, Laura Carpini, Ambasciatore Italiano in Ghana e Togo, e gli Amministratori Delegati di Ghana Investment Promotion Centre, della Camera di Commercio del Ghana e di Ghana Export Promotion Authority.

La delegazione istituzionale ghanese è stata accolta dagli attori del Tavolo PARMAforEXPO nella cornice di Palazzo Soragna: erano presenti Alberto Figna, Presidente di UPI – Unione Parmense degli Industriali; Federico Pizzarotti, Sindaco del Comune di Parma; Simona Caselli, Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia-Romagna; Andrea Zanlari, Presidente della Camera di Commercio di Parma; il prof. Erasmo Neviani, Delegato del Rettore dell’Università degli Studi di Parma per EXPO 2015; e Cesare Azzali, Direttore di UPI e Presidente di PARMAforEXPO.

Con una popolazione di 26,4 milioni di persone e un PIL di 38,7 miliardi di dollari nel 2014 (dati World Bank), il Ghana è un Paese che da alcuni anni sta facendo registrare una costante crescita: dopo le performance record del 2008 (+9,1%) e del 2011 (+14%), nel 2014 il PIL è aumentato del 4,6%. Molto positive sono anche le stime per il triennio 2015-2017, con incrementi annui attesi rispettivamente del 3,5%, del 5,9% e del 7,8%. Per l’Italia, il Ghana è un partner commerciale importante: lo scorso anno l’interscambio complessivo tra i due Paesi ha raggiunto i 696 milioni di euro. Le maggiori opportunità d’affari sono offerte dai settori dell’agricoltura, delle infrastrutture, dell’energia e dall’industria petrolifera e del gas. L’Italia è il quinto Paese al mondo importatore dal Ghana: in particolare dal Paese Sub-Sahariano acquistiamo frutta tropicale, legname, pesce e minerali preziosi. Tra le principali esportazioni – occupiamo la 17ª posizione tra i fornitori del Ghana – figurano invece prodotti agroalimentari, macchine per impieghi speciali, prodotti derivati dalla raffinazione del petrolio e autoveicoli.

La giornata parmense del Presidente della Repubblica del Ghana e della delegazione istituzionale del Paese africano ha avuto come filo conduttore il tema dell’industria agroalimentare. In particolare il focus è sul distretto produttivo del pomodoro da industria: a Parma si coltivano a pomodoro circa 5.000 ettari e in nove stabilimenti si trasforma circa un milione di tonnellate, pari al 20% del pomodoro lavorato in Italia. Il momento istituzionale a Palazzo Soragna è stato preceduto dalla visita all’Azienda Agricola Araldi Pietro e Luigi: a illustrare i segreti della coltivazione del pomodoro e le specificità della lavorazione dello stesso, in rappresentanza dell’Organizzazione Interprofessionale “OI Pomodoro da Industria Nord Italia”, è stato il consulente scientifico Gabriele Canali.

A seguire, la rappresentanza istituzionale africana si è trasferita a Ozzano Taro, per la visita a uno degli stabilimenti produttivi del Gruppo Rodolfi, tra le più antiche – ha oltre 110 anni di esperienza – realtà di eccellenza nella trasformazione del pomodoro e dei suoi derivati, come concentrati, polpe, passate, sughi, polvere di pomodoro.

 

Press Info

Ufficio Stampa PARMAforEXPO2015

Fabrizio Raimondi – Mind The Pop

Tel. +39 0521.230459, mobile +39 335.389848

E-mail: fabrizio@mindthepop.it