RICERCA INDUSTRIALE

Parma è un distretto industriale che si distingue per la sua capacità di fare innovazione. L’esempio principe è rappresentato dal settore agroalimentare, che in questi anni è cresciuto grazie a forti investimenti in ricerca e in tecnologie, principalmente con l’obiettivo di coniugare sicurezza e qualità. In questo contesto si inquadra anche l’arrivo a Parma di EFSA, l’Agenzia europea che si occupa dell’individuazione e valutazione di qualsiasi potenziale rischio che possa essere presente nella catena alimentare, dalla produzione all’approvvigionamento e alla vendita ai consumatori.
Un  altro comparto molto vivace e dinamico sotto il profilo della ricerca è quello dell’impiantistica alimentare: costante è la ricerca di nuove soluzioni tecnologiche per la lavorazione dei prodotti alimentari. Gli esempi spaziano da impianti per la pastorizzazione e sterilizzazione del latte a evaporatori continui per la produzione di succo di pomodoro e pomodoro pelato, passando per linee complete per la lavorazione della frutta, per la preparazione, la sterilizzazione e l’imbottigliamento di bevande, senza dimenticare gli impianti per la produzione della pasta e la lavorazione delle carni. Non è un caso che proprio a Parma si svolga Cibus-TEC, la fiera biennale della tecnologia alimentare mondiale.
Il territorio parmense primeggia anche nel settore della farmaceutica: a Parma, infatti, opera una società di assoluto rilievo europeo, specializzata nella ricerca, nello sviluppo e nella commercializzazione di prodotti terapeutici per l’apparato respiratorio. Fondata negli anni Settanta e oggi presente in vari Paesi del mondo con filiali, questa azienda – che dispone nel nostro territorio di un importante centro ricerche – è risultata prima in Italia per investimenti in ricerca e sviluppo, depositando anche un considerevole numero di brevetti. Sempre in provincia di Parma si trova anche uno dei due stabilimenti italiani di produzione di una delle più grandi società farmaceutiche a livello mondiale, leader, oltre che nella ricerca, in quasi tutte le aree terapeutiche in cui opera. A Parma viene prodotta una parte assai consistente (in gran parte vaccini e nuovi farmaci) dei diversi milioni di confezioni che questa società realizza nel nostro Paese.
Anche l’industria della gomma e della plastica e quella dei servizi di telematica e informatica costituiscono per Parma un vanto sotto il profilo della ricerca: nel primo caso, in anni recenti, le aziende si sono specializzate in attività di ricerca e sviluppo di nuove tecnologie e di nuovi composti polimerici, mentre nel secondo caso, a partire dagli anni Ottanta e per tutti gli anni Novanta, molto piccole software house si sono specializzate nello sviluppo di soluzioni specifiche dedicate alle realtà produttive parmensi, soprattutto nell’agroalimentare e nell’impiantistica alimentare.

Servizi